E' importante conservare il cordone ombelicale del tuo bimbo. Sai perché?
GUARDA IL VIDEO

Richiedi la guida informativa gratuita

Lascia il tuo numero di telefono e ricevi in regalo la guida sui percentili di crescita del tuo bambino

gift
NORMATIVA PRIVACY
Gentile Cliente, desideriamo informarLa che il D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali" prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Ai sensi dell'art. 13, D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (già art. 10 legge 675/1996), La informiamo che la società Sorgente Srl, proprietaria di questo sito, tratta i dati personali di: clienti, fornitori e di soggetti che comunicano volontariamente i loro dati anagrafici, secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Finalità del Trattamento
I dati saranno trattati per le seguenti finalità:
- adempiere agli obblighi di legge, dai regolamenti, dalla normativa comunitaria, da norme civilistiche e fiscali;
- adempiere agli eventuali obblighi contrattuali e commerciali nei confronti dell'interessato;
- adempiere ad attività connesse all'attività economica della nostra impresa;
- la tutela dei crediti e la gestione dei debiti;
- finalità di tipo commerciale, di marketing, ricerche di mercato e spedizione di materiale informativo/pubblicitario.

Conferimento dei Dati
Sebbene il conferimento dei dati personali sia facoltativo, questo è necessario per la stipula o la modifica di contratti e per l'instaurazione o il mantenimento di qualsiasi rapporto con Sorgente srl. In caso di rifiuto di segnalazione di dati richiesti non si potrà dare seguito alle richieste del Cliente o potrebbero essere impedite od ostacolate le prosecuzioni di eventuali rapporti in corso.

Modalità di Trattamento
I dati verranno trattati con strumenti manuali, elettronici, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra indicate e verranno memorizzati sia su supporti informatici che cartacei, nonchè su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto delle misure minime di sicurezza ai sensi del Disciplinare Tecnico in materia. I dati personali spontaneamente forniti, se di utilità o necessari all'accesso ai servizi o all'espletamento delle nostre funzioni, verranno conservati fino a quando l'utente ne chiederà la cancellazione o procederà in autonomia alla rimozione degli stessi dal sito web.

Dati Generati dall'Uso del Sito Internet
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali (c.d. log files) la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati ai danni del sito o a terzi e potranno essere esibiti all'Autorità Giudiziaria, qualora questa ne faccia esplicita richiesta. I sistemi informatici possono, dietro la richiesta di fruizione di particolari funzionalità del sito, generare un file denominato "cookie" che viene automaticamente scaricato e memorizzato in una cartella del computer del visitatore. Dal pannello di controllo del browser internet, si può disabilitare la possibilità di accettare questo cookie anche se tale operazione non consentirebbe di procedere con l'utilizzo delle funzionalità offerte dal sito. Questo file è eliminabile facilmente e in completa autonomia attraverso una apposita funzione presente nel menu del browser. Sorgente srl non può controllare tale file e non può utilizzarlo per ricondursi al computer del visitatore del sito. Qualora sul sito web vi fossero delle aree riservate che consentano l'accesso previa registrazione e comunicazione dei propri dati personali, si informa che i sistemi informatici acquisiscono dati inerenti le attività e la navigazione dell'utente sul sito. Tali dati sono riconducibili all'utente e comprendono la data di registrazione al sito, la data dell'ultimo accesso e il numero totale di accessi e lo storico degli acquisti effettuati in passato.

Comunicazione e Diffusione
In relazione alle finalità di cui sopra, i Suoi dati personali verranno comunicati se necessario, a tutte quelle persone fisiche e/o giuridiche, pubbliche e/o private quando la comunicazione risulti necessaria o funzionale allo svolgimento della nostra attività e nei modi e per le finalità sopra elencate. Qualora fosse necessaria la comunicazione all'estero, questa potrà avvenire solo previa Sua autorizzazione. I dati personali non sono soggetti a diffusione.

Diritti dell'Interessato
In relazione al trattamento di dati personali sopra esposto l'interessato ha diritto, ai sensi dell' art. 7 del Codice della Privacy nei limiti ed alle condizioni di cui agli art. 8, 9, 10 del citato decreto legislativo:
1) di ottenere la conferma dell' esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile
2) di ottenere l'indicazione:
a. dell'origine dei dati personali
b. delle finalità e modalità del trattamento
c. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l' ausilio di strumenti elettronici
d. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell' art. 5 comma 2
e. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati
3) di ottenere:
a. l'aggiornamento, la rettifica ovvero, quando vi ha interesse, l' integrazione dei dati
b. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali sono stati raccolti o successivamente trattati
c. l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato
4) ha diritto di opporsi in tutto o in parte:
a. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta
b. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione
I diritti in oggetto possono essere esercitati mediante richiesta scritta a mezzo raccomandata rivolta a Sorgente srl ' Al Responsabile del Trattamento dei Dati Personali - Via Bono Cairoli, 28/A - 20127 Milano (MI) o a mezzo e-mail all'indirizzo: info@sorgente.com

Titolare del Trattamento
Titolare del trattamento è Sorgente srl nella persona del suo Legale Rappresentante Salvatore Iuzzolini.
invia richiesta
Pharmamum Logo
Trova il corso più adatto
alle tue esigenze

Archivio

Nascere in Italia: i corsi preparto nella penisola

gio , 11 Aprile 2013

A cura di: Redazione

Un corso preparto è un momento utile per assimilare importanti informazioni e tecniche che dovrai mettere in pratica sia durante la gravidanza e il parto che dopo la nascita del tuo bambino, con l'allattamento e lo svezzamento, per esempio. L'utilità dei corsi preparto infatti non si esaurisce con la nascita del tuo bambino, ma anzi si fa sentire ancora più forte nei primi giorni dopo il parto e nei primi mesi di vita del bambino, quando i consigli ricevuti durante il corso ti saranno utilissimi nella gestione del bebé.

Una ricerca Istat1 rileva infatti, per esempio, che le donne assistite e informate adeguatamente, allattano al seno più a lungo. La percentuale di donne che allatta al seno al terzo mese dopo la nascita del proprio figlio varia dal 54% in Sicilia all'84% in Emilia Romagna. Più avanti, al sesto mese del bambino le percentuali scendono, e vanno da un minimo del 31% in Sicilia a un massimo del 71% a Bolzano.

Anche il tipo di struttura prescelta per il corso preparto influenza il comportamento delle mamme: la porzione di donne che allattano al seno dopo i tre mesi arriva infatti al 50,6% se la mamma ha seguito un corso preparto presso un consultorio, scende al 46,7% se il corso seguito era stato organizzato dall'ospedale e scende ancora al 41,9% se il corso preparto seguito dalla mamma era un corso di preparazione al parto privato1.

Sempre dai dati Istat si apprende che le donne meno istruite, le casalinghe e le donne che risiedono al Sud sono anche le mamme che più difficilmente frequenteranno un corso preparto. In totale, circa il 30% delle donne in Italia decide di seguire un corso di preparazione al parto, ma le differenze per area geografica sono forti: si va da un minimo del 5% in Calabria fino a un massimo del 42% a Trento1.

Sin qui, le percentuali di partecipazione ai corsi preparto. Ma le nascite? saranno egualmente distribuite? Un primo sguardo alle percentuali demografiche italiane non può che evidenziare un dato ormai noto: in Italia si nasce sempre meno. Nel 2011, sempre secondo dati Istat, sono nati 556 mila bambini, seimila in meno rispetto al 2010. In aumento, invece, i decessi, arrivati a quota 592 mila, 4 mila in più dell'anno precedente. Per il quinto anno consecutivo, dunque, il saldo della popolazione italiana è in negativo: diventiamo un Paese sempre più vecchio.

Il tasso di natalità continua a scendere: si va dal 9,3 per mille del 2010 fino al 9,1 per mille del 2012, mentre il tasso di mortalità non accenna a diminuire e resta fermo al 9,7 per mille. Unica regione in Italia con un tasso di natalità che supera il 10 per mille è il Trentino-Alto Adige, con la sola città di Trento che nel 2011 ha visto nascere 1105 nuovi bebé e Bolzano che la segue con 957 nuove nascite nel 2011. Seguono la Campania, con un tasso di natalità del 9,9 per mille (solo a Napoli nel 2011 sono nati 8906 bambini), la Lombardia, a quota 9,7 per mille (con Milano che mette alla luce 11731 bambini nell'anno considerato) e la Valle d’Aosta, con il 9,6 per mille e la sola città di Aosta che saluta 295 nuovi cittadini.

Le regioni che invece hanno fatto registrare le percentuali minori di natalità sono la Liguria (7,3 - con Genova a quota 4411 nati nel 2011), il Molise (7,6 - con Campobasso che vede nell'anno 384 nuove nascite), la Basilicata (7,7 - 550 nuove nascite a Potenza) e la Sardegna (7,9 - 976 nuovi bimbi venuti al mondo a Cagliari nel 2011).

Tra le regioni più prolifiche, dopo Trentino Alto Adige (1,63 figli per ogni donna), Valle d'Aosta (1,61 figli per donna) e Lombardia (a quota 1,52), troviamo l'Emilia Romagna (1,52 figli per donna e 3141 nuovi nati nella sola Bologna) e il Veneto (1,48 figli per ogni donna e 2057 nuovi bambini nati nella sola Venezia). Le regioni italiane meno prolifiche sono invece Sardegna, Basilicata e Molise. E la capitale? A Roma nel 2011 sono nati 25522 bambini, mentre Firenze è ferma a quota 2977.

Questo per quel che riguarda il 2011. Se allarghiamo lo sguardo agli anni precedenti ci accorgiamo che in Italia siamo rapidamente passati dal milione di nuovi nati dell'anno 1960 ai 556 mila del 2011 e che parallelamente è aumentata l'età media che vede una donna diventare madre: nel 1981 l'età media era di 25,2 anni, nel 1997 era di 28,1 e il trend ha continuato a salire fino ai giorni nostri. Sono quindi aumentate anche le gravidanze di donne sopra i 35 anni, che però sembrano avere un comportamento più consapevole, dal momento che proprio presso le neomamme trentenni si registra un maggiore livello di informazione e una maggiore consapevolezza delle scelte a disposizione per il parto. L'altra faccia della medaglia di questi comportamenti è una eccessiva medicalizzazione, che tende a trasformare la gravidanza da evento naturale a situazione patologica. In questo sono le regioni meridionali a cavarsela peggio: è qui infatti che si registrano le percentuali più alte di parto cesareo, parto in anestesia generale, mortalità neonatale e infantile.

Nelle stesse regioni i dati del Ministero della Salute2 mostrano ridotte possibilità per le donne di frequentare corsi preparto. Nel biennio 2004-2005 infatti il 21,8% delle donne residenti nelle isole e il 23,4% delle donne residenti al Sud hanno dichiarato di non avere preso parte a un corso preparto per mancanza di offerta da parte delle strutture di riferimento o perché non accessibile. Un dato, questo, che da solo apre una grossa fetta di mercato a ostetriche e ginecologi, che dovrebbero mettersi all'ascolto delle esigenze del Paese per poter garantire ad ogni donna la possibilità di seguire un corso preparto, di essere quindi seguita, istruita e sostenuta in uno dei momenti più belli, ma anche più difficili, della vita di una donna.

Note

1 Indagine condotta nel 2002 dall'Istituto Superiore di Sanità su come si nasce in Italia. L'indagine ha visto la collaborazione di 60 ASL in 15 regioni e Province Autonome Italiane grazie alle quali sono state intervistate oltre settemila donne a un anno dal parto
2 http://www.salute.gov.it/resources/static/primopiano/337/DDLparto_relazione.pdf Relazione illustrativa finale allo sch. di DdL. sulla tut. dir. partor., promoz . parto fisiolog., etc., per CdM. – 18 ott. 2006

Area sponsorizzata

Staminali del cordone?GUARDA IL VIDEO

RICHIEDI LA GUIDA GRATUITA

Seguici sui social network!

   

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo